mini cooper cabrio
cerchiegomme.it BMW cabrio
cerchiegomme.it McLaren P1
cerchiegomme.it la scelta giusta
cerchiegomme.it online shop
cerchiegomme.it qualità e convenienza
cerchiegomme.it massima affidabilità
BMW M series cabrio
Contattaci
Ferrari California cabrio
Contattaci ti guideremo nella scelta
Ischia Gomme
cerchiegomme.it passione per le curve
tyre specialist
Ischia Gomme
ischia gomme
cerchiegomme.it competitivi per passione
cerchiegomme.it gommisti con stile
cerchiegomme.it
Pirelli Cyber Tyre: ecco la gomma "elettronica"

Pirelli ha adottato un nuovo sistema per rendere “intelligenti” i propri pneumatici inserendo al loro interno un sensore della grandezza di circa 1 cm quadrato in grado di dialogare con la vettura comunicando informazioni molto utili come lo stato di usura, le condizioni stradali e le prestazioni del veicolo. Informazioni fornite non solo al guidatore ma anche alla centralina dell’auto apportando così un validissimo contributo al controllo elettronico della vettura. Questo sensore infatti interpreta le variazioni della tipologia di attrito riuscendo a riconoscere tra le tante se la marcia sta avvenendo su bagnato, asciutto, se su asfalto piuttosto che ghiaccio (e quindi con variazioni di aderenza).

In concreto, il Cyber Tyre legge il carico verticale sulla gomma, le forze longitudinali e laterali che agiscono su di essa, il margine di velocità prima dell’aquaplaning, il tasso di aderenza sul manto stradale in condizioni normali e prima dello slittamento, l’area d’impronta e l’inclinazione della gomma oltre che la tipologia di asfalto e le informazioni sulle condizioni d’uso dello pneumatico stesso come ad esempio l’usura, la pressione, la temperatura nonchè il numero di giri e il codice identificativo della singola copertura. In altre parole la “gomma parlante” interpreta in maniera diretta e in tempo reale l’interazione che avviene tra veicolo e fondo stradale attraverso il battistrada e può prevedere in maniera precisa e con buon margine di anticipo le variazioni di tale interazione e quindi il cambiamento delle condizioni di marcia. In questo modo i margini di sicurezza vengono misurati immediatamente e trasmessi agli altri sistemi di controllo del veicolo che possono adattarsi in tempo reale alle condizioni di pericolo e riportare la vettura nell’assetto ottimale. In particolare, il Cyber Tyre consente al cruise control e ai sistemi di frenata assistita di reagire tenendo conto anche delle reali condizioni del fondo stradale e del grip effettivo di quel momento modulando così velocità e frenata in maniera molto più precisa. Inoltre, la gomma intelligente può attivare tipologie di controllo e di avviso al momento non utilizzate ma essenziali ai fini della sicurezza del veicolo quali quelle relative alla velocità in curva, al pericolo di aquaplaning e alla riduzione della velocità in tali condizioni, il limite di velocità adattivo alle diverse condizioni di marcia. Il Cyber Tyre è già una realtà nella versione CyberFleet, dedicata al trasporto commerciale e già utilizzata da alcune delle principali flotte in Europa e Sud America.

Due sono le versioni disponibili di CyberFleet: statica e dinamica. Nella versione statica, i dati sono rilevati a veicolo fermo da ogni singolo sensore e possono essere trasferiti a una centralina per le successive attività di analisi e archiviazione. Nella versione dinamica invece, sfruttando l’integrazione con il network è possibile la rilevazione contemporanea dei singoli segnali dei sensori con trasmissione ad un database centrale. La segnalazione di anomalie di pressione e di temperatura avviene in real time sia ad un supervisore che al conducente, in quest’ultimo caso tramite sms. Per il tracciamento di ogni singolo pneumatico del veicolo è disponibile la funzionalità chiamata Track & Trace che trasforma i dati acquisiti in indicatori di performance, come il chilometraggio e la velocità di esercizio.

12
nov